L’oggettistica legata all’universo materiale femminile, centrale sulla scena delle Tesmoforiazuse prime ma anche, presumibilmente, delle Tesmoforiazuse seconde di Aristofane, si carica di una valenza simbolica tanto più accentuata in quanto si tratta in ambo i casi di commedie in cui la satira contro le donne si innesta in un dibattito sulla poetica tragica che tra fine quinto e inizi quarto secolo a.C. si appunta in particolare sui poeti della cosiddetta nouvelle vague del teatro tragico ateniese, in primis Euripide e Agatone. Di qui l’opportunità di analizzare in dettaglio le implicazioni drammaturgiche ma anche etico-poetologiche determinate dalla presenza scenica, o anche dalla semplice evocazione, di alcuni oggetti dell’immaginario femminile in queste due commedie legate, tra l’altro, da un evidente fil rouge: la confusione introdotta nella vita degli uomini e nell’opera dei poeti dall’immaginario femminile.

The objects connected to the universe of female products, conspicuously present on the scene of the First but also, presumably, Second Thesmophoriazusae of Aristophanes, are provided of a symbolic value strongly emphasized in both comedies in which the satire against women inserts itself into a debate on tragic poetics that among the end of fifth and the beginning of fourth century BCE is mainly focused on the poets of the so-called nouvelle vague of Athenian tragic theatre, in primis on Euripides and Agathon. So the opportunity of a detailed survey of the theatrical but also moral and poetological implications involved by scenic presence, or simply by verbal highlighting, of some objects evoking the world of female vanity in these two comedies, that are mutually linked by an evident fil rouge: the confusion induced on men’s life and in poets’ work by feminine imagery.

Vanità femminile e oggetti di scena: tragicomico disordine nelle vite di uomini e poeti

IMPERIO, Olimpia
2016

Abstract

The objects connected to the universe of female products, conspicuously present on the scene of the First but also, presumably, Second Thesmophoriazusae of Aristophanes, are provided of a symbolic value strongly emphasized in both comedies in which the satire against women inserts itself into a debate on tragic poetics that among the end of fifth and the beginning of fourth century BCE is mainly focused on the poets of the so-called nouvelle vague of Athenian tragic theatre, in primis on Euripides and Agathon. So the opportunity of a detailed survey of the theatrical but also moral and poetological implications involved by scenic presence, or simply by verbal highlighting, of some objects evoking the world of female vanity in these two comedies, that are mutually linked by an evident fil rouge: the confusion induced on men’s life and in poets’ work by feminine imagery.
9788867876723
L’oggettistica legata all’universo materiale femminile, centrale sulla scena delle Tesmoforiazuse prime ma anche, presumibilmente, delle Tesmoforiazuse seconde di Aristofane, si carica di una valenza simbolica tanto più accentuata in quanto si tratta in ambo i casi di commedie in cui la satira contro le donne si innesta in un dibattito sulla poetica tragica che tra fine quinto e inizi quarto secolo a.C. si appunta in particolare sui poeti della cosiddetta nouvelle vague del teatro tragico ateniese, in primis Euripide e Agatone. Di qui l’opportunità di analizzare in dettaglio le implicazioni drammaturgiche ma anche etico-poetologiche determinate dalla presenza scenica, o anche dalla semplice evocazione, di alcuni oggetti dell’immaginario femminile in queste due commedie legate, tra l’altro, da un evidente fil rouge: la confusione introdotta nella vita degli uomini e nell’opera dei poeti dall’immaginario femminile.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Oggetti (con indice e bibliografia).pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 5.5 MB
Formato Adobe PDF
5.5 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/169786
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact