Nel 1666 Johannes Vermeer dipinse una tela dal titolo "L’allegoria della pittura". L’immagine raffigurava Clio: la musa della Storia. L'opera dell'artista, oggi presente nel Museo di Storia di Vienna, mostra un pittore mentre dipinge su una tela una donna che ha le sembianze di Clio. Si osserva la modella e poi la tela con il ritratto della donna. Sullo sfondo della stanza si distinguono anche una carta geografica, uno strumento musicale e altro ancora che meriterebbe l’attenzione di uno storico dell’arte. Un quadro in un quadro però era l’oggetto principale dell’opera ed è evidente che la questione risiedeva, anche per il pittore olandese, dal fine al modo, anzi ai modi, con i quali si dovevano levar gli scudi contro la corrosione del tempo. Ecco il compito della Nona Musa, appunto Clio. L’argomento non appartiene solo ai ‘tempi post moderni’. Il tema è attuale oggi come ieri e lo è ancora di più perché rivela una esigenza e un desiderio – certo generazionale, ma che appartiene a tutte le generazioni – di fare i conti con il proprio passato. Chi studia, scrive o semplicemente si occupa di storia leggendola, a qualsiasi generazione appartenga, ha l’ambizione di cercare di vedere 'come siano andate le cose'.

Il racconto di Clio nella tradizione narrativa inglese moderna / BRONZINI S. - In: CONTESTI. - ISSN 1126-2133. - (2005).

Il racconto di Clio nella tradizione narrativa inglese moderna

BRONZINI, Stefano
2005

Abstract

Nel 1666 Johannes Vermeer dipinse una tela dal titolo "L’allegoria della pittura". L’immagine raffigurava Clio: la musa della Storia. L'opera dell'artista, oggi presente nel Museo di Storia di Vienna, mostra un pittore mentre dipinge su una tela una donna che ha le sembianze di Clio. Si osserva la modella e poi la tela con il ritratto della donna. Sullo sfondo della stanza si distinguono anche una carta geografica, uno strumento musicale e altro ancora che meriterebbe l’attenzione di uno storico dell’arte. Un quadro in un quadro però era l’oggetto principale dell’opera ed è evidente che la questione risiedeva, anche per il pittore olandese, dal fine al modo, anzi ai modi, con i quali si dovevano levar gli scudi contro la corrosione del tempo. Ecco il compito della Nona Musa, appunto Clio. L’argomento non appartiene solo ai ‘tempi post moderni’. Il tema è attuale oggi come ieri e lo è ancora di più perché rivela una esigenza e un desiderio – certo generazionale, ma che appartiene a tutte le generazioni – di fare i conti con il proprio passato. Chi studia, scrive o semplicemente si occupa di storia leggendola, a qualsiasi generazione appartenga, ha l’ambizione di cercare di vedere 'come siano andate le cose'.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/16844
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact