Attraverso l'analisi delle tesi di Schmitt, Jaspers, Sartre, Aron e altri autori il saggio ricostruisce il dibattito, sviluppatosi tra gli anni '50 e gli anni '60 del secolo scorso, intorno al tema della pace e della guerra. Esso mette in rilievo come solo attraversp la formazione dell'idea di una Europa come "terza potenza civile" si giunga a tematizzare in maniera adeguata il superamento della logica amico-nemico.

Il pensiero politico e il problema della pace nel secondo dopoguerra

BISIGNANI, Adelina Rita
2006

Abstract

Attraverso l'analisi delle tesi di Schmitt, Jaspers, Sartre, Aron e altri autori il saggio ricostruisce il dibattito, sviluppatosi tra gli anni '50 e gli anni '60 del secolo scorso, intorno al tema della pace e della guerra. Esso mette in rilievo come solo attraversp la formazione dell'idea di una Europa come "terza potenza civile" si giunga a tematizzare in maniera adeguata il superamento della logica amico-nemico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/16804
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact