Le scelte da consumatori o da pianificatori aziendali, da uomini di governo e investitori bancari, dipendono dai meccanismi del mercato. Il mercato indirizza gli operatori economici su decisioni che devono essere basate su informazioni esatte. Perchè il mercato funzioni senza distorsioni è basilare che siano noti i prezzi reali dei prodotti che acquistiamo. Ma non è così! Il mercato fornisce solo informazioni parziali, che portano inevitabilmente a comportamenti sbagliati, e alimentano la crisi in cui ci troviamo. Il mercato non incorpora i «costi occulti» della produzione di merci: le esternalità negative. Il problema risiede nell’aver dato ad alcune delle risorse naturali la definizione di bene libero, presente in qualsiasi testo di economia, con disponibilità piena della natura, e quindi valori marginali pari a zero, e di non considerare affatto come fattore produttivo il capitale naturale (Hawken, Lovins & Lovins 1999). Il PIL (Prodotto interno lordo) non include quanta CO2 o Diossina stiamo producendo, o quanto suolo stiamo rendendo improduttivo e senza vita, il PIL non tiene conto del “ capitale naturale” (Nebbia 2003). La gestione del capitale naturale è necessaria, per questo è inevitabile passare da una contabilità parziale tradizionale, basata su un analisi di soli indicatori finanziari, patrimoniali ed economici ad una contabilità completa che tenga conto dei flussi di materia, in modo da ottenere uno strumento informativo che garantisca il controllo della variabile ambientale e che porti all’elaborazione anche di indici e indicatori ambientali. Un’Agenzia governativa ha bisogno di indicatori nuovi per poter applicare una politica ambientale e un’ azienda ha bisogno di indicatori ambientali per calcolare la sua efficienza nella gestione del capitale naturale; sono nati per questo una serie di strumenti per la raccolta e l’analisi di dati fisici, come le PIOTs (Physical Input - Output tables).

Uno strumento per una contabilità fisica: le physical input-output tables

LAGIOIA, Giovanni;
2009

Abstract

Le scelte da consumatori o da pianificatori aziendali, da uomini di governo e investitori bancari, dipendono dai meccanismi del mercato. Il mercato indirizza gli operatori economici su decisioni che devono essere basate su informazioni esatte. Perchè il mercato funzioni senza distorsioni è basilare che siano noti i prezzi reali dei prodotti che acquistiamo. Ma non è così! Il mercato fornisce solo informazioni parziali, che portano inevitabilmente a comportamenti sbagliati, e alimentano la crisi in cui ci troviamo. Il mercato non incorpora i «costi occulti» della produzione di merci: le esternalità negative. Il problema risiede nell’aver dato ad alcune delle risorse naturali la definizione di bene libero, presente in qualsiasi testo di economia, con disponibilità piena della natura, e quindi valori marginali pari a zero, e di non considerare affatto come fattore produttivo il capitale naturale (Hawken, Lovins & Lovins 1999). Il PIL (Prodotto interno lordo) non include quanta CO2 o Diossina stiamo producendo, o quanto suolo stiamo rendendo improduttivo e senza vita, il PIL non tiene conto del “ capitale naturale” (Nebbia 2003). La gestione del capitale naturale è necessaria, per questo è inevitabile passare da una contabilità parziale tradizionale, basata su un analisi di soli indicatori finanziari, patrimoniali ed economici ad una contabilità completa che tenga conto dei flussi di materia, in modo da ottenere uno strumento informativo che garantisca il controllo della variabile ambientale e che porti all’elaborazione anche di indici e indicatori ambientali. Un’Agenzia governativa ha bisogno di indicatori nuovi per poter applicare una politica ambientale e un’ azienda ha bisogno di indicatori ambientali per calcolare la sua efficienza nella gestione del capitale naturale; sono nati per questo una serie di strumenti per la raccolta e l’analisi di dati fisici, come le PIOTs (Physical Input - Output tables).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/16216
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact