L’articolo esamina l’istituto della mediazione obbligatoria introdotta in Italia dal d.lgs. 28/2010. L’istituto, sin dal suo apparire, è stato criticato da larga parte della dottrina, sollevando immediatamente molti dubbi sulla legittimità costituzionale. La Corte costituzionale, con la sentenza n. 272/2012, ha dichiarato l’illegittimità della norma sulla mediazione obbligatoria, nuovamente introdotta tuttavia dal decreto legge 69/2013, convertito dalla legge 98/2013. Oggetto di approfondimento sono le principali novità e i problemi sollevati dalla disciplina, in particolare per quanto concerne lo scopo della previsione legislativa e limiti entro cui l’obbligatorietà opera come condizione di procedibilità della domanda. Inoltre, l’autrice analizza criticamente la nuova previsione sull’assistenza tecnica dell’avvocato e sulla mediazione obbligatoria su ordine del giudice, nonché la norma relativa al mancato accordo alla prima udienza quale nuova ipotesi di procedibilità della domanda.

La mediazione obbligatoria riformata / REALI, Giovanna. - In: IL GIUSTO PROCESSO CIVILE. - ISSN 1828-311X. - :3(2014), pp. 729-770.

La mediazione obbligatoria riformata

REALI, Giovanna
2014

Abstract

L’articolo esamina l’istituto della mediazione obbligatoria introdotta in Italia dal d.lgs. 28/2010. L’istituto, sin dal suo apparire, è stato criticato da larga parte della dottrina, sollevando immediatamente molti dubbi sulla legittimità costituzionale. La Corte costituzionale, con la sentenza n. 272/2012, ha dichiarato l’illegittimità della norma sulla mediazione obbligatoria, nuovamente introdotta tuttavia dal decreto legge 69/2013, convertito dalla legge 98/2013. Oggetto di approfondimento sono le principali novità e i problemi sollevati dalla disciplina, in particolare per quanto concerne lo scopo della previsione legislativa e limiti entro cui l’obbligatorietà opera come condizione di procedibilità della domanda. Inoltre, l’autrice analizza criticamente la nuova previsione sull’assistenza tecnica dell’avvocato e sulla mediazione obbligatoria su ordine del giudice, nonché la norma relativa al mancato accordo alla prima udienza quale nuova ipotesi di procedibilità della domanda.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/150819
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact