Il saggio si propone di individuare l’effettivo ambito di applicazione dei negozi traslativi atipici tra coniugi nella crisi coniugale, finalizzati ai trasferimenti immobiliari immediati o differiti, in adempimento degli obblighi di mantenimento nei confronti del coniuge o della prole. All’interno dei diversi schemi contrattuali, vengono approfonditi il contratto preliminare da crisi coniugale e il negozio di destinazione nell’interesse dei figli minori, il quale ultimo si inserisce nel solco dell’art. 2645-ter c.c., data l’indubitabile meritevolezza degli interessi perseguiti dall’operazione negoziale considerata (art. 1322, comma 2, c.c.), e nell’ambito della ben più ampia definizione consensuale della crisi familiare. I rapporti familiari, sia nella fase fisiologica sia in quella patologica, offrono il campo a molteplici e variegate ipotesi applicative dell’atto di destinazione ex art. 2645-ter, non soltanto sotto il profilo negoziale, ma anche funzionale, superando i limiti strutturali e funzionali degli istituti tradizionali familiari.

I trasferimenti immobiliari e le altre regolamentazioni nella crisi familiare

CORRIERO, VALERIA
2009

Abstract

Il saggio si propone di individuare l’effettivo ambito di applicazione dei negozi traslativi atipici tra coniugi nella crisi coniugale, finalizzati ai trasferimenti immobiliari immediati o differiti, in adempimento degli obblighi di mantenimento nei confronti del coniuge o della prole. All’interno dei diversi schemi contrattuali, vengono approfonditi il contratto preliminare da crisi coniugale e il negozio di destinazione nell’interesse dei figli minori, il quale ultimo si inserisce nel solco dell’art. 2645-ter c.c., data l’indubitabile meritevolezza degli interessi perseguiti dall’operazione negoziale considerata (art. 1322, comma 2, c.c.), e nell’ambito della ben più ampia definizione consensuale della crisi familiare. I rapporti familiari, sia nella fase fisiologica sia in quella patologica, offrono il campo a molteplici e variegate ipotesi applicative dell’atto di destinazione ex art. 2645-ter, non soltanto sotto il profilo negoziale, ma anche funzionale, superando i limiti strutturali e funzionali degli istituti tradizionali familiari.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/14718
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact