Oltre il romanzo: riuso dei generi e convenzionalità della tradizione