Il saggio monografico propone una lettura critica della disciplina di fonte comunitaria sulle garanzie dei beni di consumo. In particolare si occupa del principio di conformità dei beni al contratto quale nozione riassuntiva delle anomalie del bene compravenduto e del sistema di rimedi attivabili dal consumatore in caso di prestazione difforme. La normativa predispone un sistema articolato di tutele, scandito dalla molteplicità di fini (attuazione, rimozione o modifica del risultato traslativo) e dalla diversità delle tecniche a ciò deputate (riparazione o sostituzione del bene, riduzione del prezzo, risoluzione del contratto). L’A. rileva come la tutela specifica riconosciuta al compratore nella giurisprudenza sulle vendite di beni da costruire ha in qualche modo anticipato la previsione comunitaria del ripristino della conformità del bene al contratto. Il diritto applicato che ammette nei confronti del venditore-costruttore la pretesa dell’acquirente diretta ad ottenere un comportamento sostanzialmente omogeneo a quello dovuto conferma la rilevanza della tendenziale diversità rispetto al tipo codificato e per tale via giustifica il rimedio satisfattivo.

Conformità al contratto e qualità delle tutele nella vendita

GENOVESE, AMARILLIDE
2005

Abstract

Il saggio monografico propone una lettura critica della disciplina di fonte comunitaria sulle garanzie dei beni di consumo. In particolare si occupa del principio di conformità dei beni al contratto quale nozione riassuntiva delle anomalie del bene compravenduto e del sistema di rimedi attivabili dal consumatore in caso di prestazione difforme. La normativa predispone un sistema articolato di tutele, scandito dalla molteplicità di fini (attuazione, rimozione o modifica del risultato traslativo) e dalla diversità delle tecniche a ciò deputate (riparazione o sostituzione del bene, riduzione del prezzo, risoluzione del contratto). L’A. rileva come la tutela specifica riconosciuta al compratore nella giurisprudenza sulle vendite di beni da costruire ha in qualche modo anticipato la previsione comunitaria del ripristino della conformità del bene al contratto. Il diritto applicato che ammette nei confronti del venditore-costruttore la pretesa dell’acquirente diretta ad ottenere un comportamento sostanzialmente omogeneo a quello dovuto conferma la rilevanza della tendenziale diversità rispetto al tipo codificato e per tale via giustifica il rimedio satisfattivo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/13728
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact