L’allargamento dell’Unione Europea a venticinque paesi insieme alla necessità di superare vecchie concezioni che tenderebbero a conservare posizioni di rendita, induce ad una ridefinizione di obiettivi e politiche di governo che mirino a realizzare soluzioni eque. Il tema del lavoro e dei flussi che si determineranno impone dunque un’analisi attenta del mercato del lavoro nell’Ue e nei nuovi paesi candidati, per comprendere le condizioni strutturali su cui innestare un processo di sviluppo virtuoso che valorizzi risorse e potenzialità.

L'allargamento dell'Unione Europea e il lavoro:opportunità o minaccia?

GRUMO, Rosalina
2004

Abstract

L’allargamento dell’Unione Europea a venticinque paesi insieme alla necessità di superare vecchie concezioni che tenderebbero a conservare posizioni di rendita, induce ad una ridefinizione di obiettivi e politiche di governo che mirino a realizzare soluzioni eque. Il tema del lavoro e dei flussi che si determineranno impone dunque un’analisi attenta del mercato del lavoro nell’Ue e nei nuovi paesi candidati, per comprendere le condizioni strutturali su cui innestare un processo di sviluppo virtuoso che valorizzi risorse e potenzialità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/13410
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact