L'ente, Dio e la materia. Sulle radici avicenniane dell'ontologizzazione della metafisica