Il presente lavoro è rivolto allo studio dei sistemi amministrativo-contabili dell’impresa e dei collegati sistemi di reporting, alla luce dell’evoluzione dei processi informativi aziendali causata dalle innovazioni intervenute nelle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione (information and communication technology). Tale evoluzione corrisponde all’esigenza di soddisfare, all’interno e all’esterno dell’impresa, in modo sempre più efficiente ed efficace, il fabbisogno di conoscenze relative alla gestione della stessa. Tali esigenze sono riconducibili alla necessità: - di governare in maniera unitaria ed integrata l’attività aziendale in un’ottica “di processo”; - di supportare il sistema delle decisioni, avvicinando sempre di più il momento della generazione dell’informazione a quello delle scelte di corsi di azione alternativi; - di rispondere velocemente ed efficacemente ai mutamenti del mercato; - di assicurare una informativa istituzionale tempestiva, affidabile e coerente con i fabbisogni informativi del mercato dei capitali. A tali aspetti occorre associare anche quello connesso alle esigenze di ridisegno dei sistemi organizzativi aziendali secondo un’ottica trasversale centrata sulla gestione, su base integrata ed unitaria, dell’output. Tale reingegnerizzazione dei modelli di business (Business Process Reengineering), che guarda alle coordinazioni produttive aziendali come insiemi di processi, uniti tra loro in chiave sistemica e finalizzati al raggiungimento di un obiettivo comune, richiede l'impiego di sistemi informativi integrati che consentano di collegare e coordinare in maniera efficiente l’insieme di attività che costituiscono i processi stessi. Le soluzioni applicative proposte e progressivamente diffusesi presso le imprese sono rappresentate dai sistemi informativi di tipo ERP (Enterprise Resources Planning). Tali sistemi sfruttano le significative evoluzioni informatiche degli ultimi anni per consentire una più estesa integrazione dei processi amministrativi ed operativi delle imprese, apportando indubbi benefici in termini di capacità di governo della complessità organizzativa e della incertezza che da questa deriva. Il presidio delle interdipendenze funzionali, infatti, indispensabile per una gestione orientata al valore, non può prescindere dal raggiungimento di elevati livelli di comunicazione e diffusione della conoscenza, che determina la possibilità di espandere gli oggetti d’indagine, esplorandone la complessità, stabilendo nuove connessioni ed aumentando o diversificando il grado di analiticità e di utilità per scopi decisionali dell’informazione.

Il sistema amministrativo integrato

DELL'ATTI, Vittorio
2005

Abstract

Il presente lavoro è rivolto allo studio dei sistemi amministrativo-contabili dell’impresa e dei collegati sistemi di reporting, alla luce dell’evoluzione dei processi informativi aziendali causata dalle innovazioni intervenute nelle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione (information and communication technology). Tale evoluzione corrisponde all’esigenza di soddisfare, all’interno e all’esterno dell’impresa, in modo sempre più efficiente ed efficace, il fabbisogno di conoscenze relative alla gestione della stessa. Tali esigenze sono riconducibili alla necessità: - di governare in maniera unitaria ed integrata l’attività aziendale in un’ottica “di processo”; - di supportare il sistema delle decisioni, avvicinando sempre di più il momento della generazione dell’informazione a quello delle scelte di corsi di azione alternativi; - di rispondere velocemente ed efficacemente ai mutamenti del mercato; - di assicurare una informativa istituzionale tempestiva, affidabile e coerente con i fabbisogni informativi del mercato dei capitali. A tali aspetti occorre associare anche quello connesso alle esigenze di ridisegno dei sistemi organizzativi aziendali secondo un’ottica trasversale centrata sulla gestione, su base integrata ed unitaria, dell’output. Tale reingegnerizzazione dei modelli di business (Business Process Reengineering), che guarda alle coordinazioni produttive aziendali come insiemi di processi, uniti tra loro in chiave sistemica e finalizzati al raggiungimento di un obiettivo comune, richiede l'impiego di sistemi informativi integrati che consentano di collegare e coordinare in maniera efficiente l’insieme di attività che costituiscono i processi stessi. Le soluzioni applicative proposte e progressivamente diffusesi presso le imprese sono rappresentate dai sistemi informativi di tipo ERP (Enterprise Resources Planning). Tali sistemi sfruttano le significative evoluzioni informatiche degli ultimi anni per consentire una più estesa integrazione dei processi amministrativi ed operativi delle imprese, apportando indubbi benefici in termini di capacità di governo della complessità organizzativa e della incertezza che da questa deriva. Il presidio delle interdipendenze funzionali, infatti, indispensabile per una gestione orientata al valore, non può prescindere dal raggiungimento di elevati livelli di comunicazione e diffusione della conoscenza, che determina la possibilità di espandere gli oggetti d’indagine, esplorandone la complessità, stabilendo nuove connessioni ed aumentando o diversificando il grado di analiticità e di utilità per scopi decisionali dell’informazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/12923
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact