Aurora, Titono e la fortuna di un mito