'Ornamento dell'oscurità': linguaggio e retorica