L’esposizione professionale a piombo metallico (Pb) è in grado di determinare anemia per valori di piombemia >50 μg/dl, ormai poco frequenti nei Paesi industrializzati. Soprattutto in zone ad alta endemia per anemie extraprofessionali, quali la β-Talassemia e la anemia sideropenica, è invece discretamente probabile riscontrare in lavoratori esposti al metallo altre forme di anemia. Queste devono essere correttamente inquadrate dal punto di visto etiologico, sia per un adeguato indirizzo terapeutico sia per le evidenti ricadute medico-legali. L’obiettivo di questo studio è stato di verificare se, in lavoratori maschi esposti a piombo, una attenta valutazione dei parametri dell’esame emocromocitometrico e dei comuni indicatori di esposizione e di effetto del Pb sull’eme, possa permettere di discriminare le forme più comuni di anemia riscontrabili nella popolazione in età lavorativa dell’Italia meridionale. Sono stati esaminati 68 lavoratori professionalmente esposti a dosi medio-basse di Pb e, come gruppo di controllo, 59 lavoratori di un’azienda alimentare. Su campioni di sangue venoso prelevati da tali lavoratori è stato eseguito un esame emocromocitometrico completo e la determinazione dei livelli di piombemia e di zincoprotoporfirina. Sono risultati portatori di anemia (Hb<13g/dl) sei lavoratori esposti a piombo ed un lavoratore non esposto. La valutazione ragionata dei parametri di laboratorio ha portato ad individuare, tra i lavoratori esposti a Pb, quattro soggetti con elevata probabilità di trait β-talassemico e due lavoratori con anemia saturnina. Sulla base dei dati di letteratura, inoltre, è stato elaborato un algoritmo diagnostico che sembrerebbe capace di discriminare i casi di anemia di origine saturnina da quelli da altra causa nei lavoratori esposti a Pb esaminati in questo studio.

Anemie in lavoratori esposti a piombo: attualità della diagnosi differenziale

DI LORENZO, Luigi;SOLEO, Leonardo;CASSANO, Filippo;SCHIAVULLI, Nunzia Anna;
2005

Abstract

L’esposizione professionale a piombo metallico (Pb) è in grado di determinare anemia per valori di piombemia >50 μg/dl, ormai poco frequenti nei Paesi industrializzati. Soprattutto in zone ad alta endemia per anemie extraprofessionali, quali la β-Talassemia e la anemia sideropenica, è invece discretamente probabile riscontrare in lavoratori esposti al metallo altre forme di anemia. Queste devono essere correttamente inquadrate dal punto di visto etiologico, sia per un adeguato indirizzo terapeutico sia per le evidenti ricadute medico-legali. L’obiettivo di questo studio è stato di verificare se, in lavoratori maschi esposti a piombo, una attenta valutazione dei parametri dell’esame emocromocitometrico e dei comuni indicatori di esposizione e di effetto del Pb sull’eme, possa permettere di discriminare le forme più comuni di anemia riscontrabili nella popolazione in età lavorativa dell’Italia meridionale. Sono stati esaminati 68 lavoratori professionalmente esposti a dosi medio-basse di Pb e, come gruppo di controllo, 59 lavoratori di un’azienda alimentare. Su campioni di sangue venoso prelevati da tali lavoratori è stato eseguito un esame emocromocitometrico completo e la determinazione dei livelli di piombemia e di zincoprotoporfirina. Sono risultati portatori di anemia (Hb<13g/dl) sei lavoratori esposti a piombo ed un lavoratore non esposto. La valutazione ragionata dei parametri di laboratorio ha portato ad individuare, tra i lavoratori esposti a Pb, quattro soggetti con elevata probabilità di trait β-talassemico e due lavoratori con anemia saturnina. Sulla base dei dati di letteratura, inoltre, è stato elaborato un algoritmo diagnostico che sembrerebbe capace di discriminare i casi di anemia di origine saturnina da quelli da altra causa nei lavoratori esposti a Pb esaminati in questo studio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/123016
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 2
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact