Sulla 'scena' della storia: traduzione e riscrittura in The Faithfull Shepherd di Sir Richard Fanshawe