L'uomo di lettere serio e faceto: a proposito di Decameron VI 9 e VI 10